PIPALP 2017 (Barcis 9 e 10 settembre)

Giovanni Ilardi

 

Visto che non ci capita spesso, le volte che possiamo dedicare qualche giorno al nostro passatempo preferito per noi è come un giorno di vacanza da scuola.

Questa occasione, la concomitanza di una bella gita condita con buon mangiare, miglior bere e fumare in compagnia non potevamo certo perderla anche se la gara di lento fumo non era nemmeno da sottovalutare.

Si presenta dunque questa oportunità: PIPALP 2017, di cui qualcuno, senza addurre prove rivendica quale sua intuizione almeno nella denominazione. Due giorni, il 9 ed il 10 settembre a BARCIS (PN) con mostra mercato per pipatori e 3^ prova Campionato Lento Fumo.

Chi scrive non vuole tediare il lettore; le classifiche ufficiali cercatele sul sito del Pipa Club Italia. Se invece siete interessati al colore e ai profumi del Friuli accomodatevi che ne vale la pena.

Noi vogliamo intanto rimarcare che, pur essendo solo in 3 del Bugianen Pipa Club abbiamo avuto un buon risultato avendo superato tutt’e tre l’ora di gara. WhatsApp Image 2017-09-09 at 17.01.34

Ma la gara è stata, si diceva, l’occasione per una bella gita: innanzitutto la località di Barcis era veramente carina, con un fascino un po’ retrò, il cibo era squisito: pitina, cervo in salmì e frico; le grappe Nonino non hanno bisogno di presentazione, il Refosco dal peduncolo rosso, anche se non propriamente friulano aveva un suo perché.

Certo che cotanta bontà non sarebbe stata così apprezzata se non in compagnia di persone con le quali condividere molte passioni tra cui appunto quella della fumata lenta.

Per la cronaca spicciola devo ricordare che la gara di fumo lento ha visto ben 50 partecipanti di 11 club italiani, tra cui il Cerea di Torino oltre al Bugianen che, comunque, grazie ai nostri “atleti”, nella classifica generale è arrivato 7° su 11 e, se permettete, mi sembra un ottimo risultato per dei debuttanti. Debuttanti che hanno tutti e tre, anche se con tempi diversi, superato l’ora di gara piazzandosi nella prima metà della classifica finale.

Una menzione particolare si vuol fare ai concittadini del Cerea Pipa Club di cui sembriamo essere sempre i fratelli minori, ma dei quali negli ultimi anni ci sentiamo accomunati anche nell’amicizia.

Ovviamente nel corso della manifestazione erano presenti diversi produttori professionali e hobbisti. Non ve li citerò per paura di dimenticare qualcuno, ma posso dire che erano tutti – o quasi – di buon livello. C’erano pipe belle e anche pipe brutte, ma sapete com’è: le discussioni sulle pipe sono il cuore di ogni incontro tra fumatori per cui quelle pipe che a qualcuno appaiono brutte sono le preferite di qualcun altro, non esistendo un canone definitivo per indicare la differenza tra le diverse fatture di pipe. Inoltre non sta scritto da nessuna parte che le pipe “brutte” fumino peggio di quelle “belle”; lo stesso vale per le dritte contro le curve o le piccole contro le grandi.

Da ultimo un ringraziamento veramente di cuore agli organizzatori che si sono “sbattuti” per garantire a tutti i partecipanti accoglienza, cibo e cordialità. Non cito nessuno per evitare di fare torto a qualcuno, ma fate dire a chi scrive che Andrea Rossi è stato l’anima della manifestazione. Grazie Andrea.

Torino, 15 settembre 2017