Un po’ di Irlanda al Bugianen

Enrico Castello

Questo articolo arriva con qualche giorno di ritardo, ma ci tenevo a scriverlo, perchè vuole trasmettere quello che secondo me è lo spirito del nostro club.

Ormai, da qualche anno, a Torino si scatena la febbre irlandese nei giorni di San Patrizio, così l’argomento entra anche nei discorsi tra amici, e come per magia, ti vien voglia di sorseggiare una birra scura e sperare in un arcobaleno per trovare la fantomatica pentola d’oro custodita da Leprechaun (anche se capitasse durante il resto dell’anno, una pentola d’oro farebbe comunque comodo), ma alla fine ci si accontenta di festeggiare al verde…ehm, in verde.

Un discorso tira l’altro, e, tra un messaggino e una chattata, grazie alle grandi doti ambasciatoriali di Marco salta fuori che si potrebbe ordinare una cassa di birra, che i mitici gestori dell’Albicocco ci preparerebbero un piatto in tema, e che il sempre entusiasta Andrea porterebbe una selezione di tabacchi di ispirazione irlandese da fumare in una Peterson, in fondo, chi di noi non ha almeno una Peterson? (ah, si, uno c’è, ma usa gradazioni qualitative degne di Piero Manzoni).

Grazie alla nutrita partecipazione, ne è nata una serata mitica, in ottima compagnia gustando stufato di pecora, Guinness, che personalmente ho suggellato con una bella fumata di Old Dublin in Peterson.

Col Bugianen Pipa Club funziona così: senza grandi pretese, dall’entusiasmo di persone speciali, escono fuori dei gran bei momenti fatti di piccole cose deliziose.